25-01-2015 Field day al Palasot

Questa volta volevamo provare una full size 1/4λ per gli 80 metri, così, visto che a S.Elisabetta c' era molta neve abbiamo optato per andare di fianco al campo sportivo del Palasot, a Castelnuovo Nigra.


Visualizza mappa ingrandita

Questo è quello che si vede appena arrivati sul posto, un grosso piazzale, per metà adibito a campo sportivo e per metà a parcheggio.
Noi ci siamo posizionati nella metà adibita a parcheggio, per non piantare i picchetti nel campo sportivo.

Le prime attività sono state vestirsi bene e spalare la neve intorno alle auto, poi abbiamo piazzato 2 tavolini dove apoggiare la roba da mangiare e mangiare.

Subito dopo è stata la volta del generatore, mentre lo portavamo in 2 Enrico si è preso una spina di un rovo sotto un' unghia.

Posizionato il palo in terra è stata la volta della misura e taglio della corda per i tiranti, abbiamo montato 2 pezzi di palo componibile sotto al palo telescopico, tramite un adattatore appositamente realizzato,  in modo da arrivare a 22 metri circa di palo.

In questa foto si vede Enrico che con la mazza pianta i paletti, a 14,5 metri dal palo.

In 2 alziamo il palo e distendiamo 4 radiali da 21 metri , poi proviamo a vedere dove risuona l'antenna.

Distendiamo il coassiale e copriamo il giunto BNC-BNC in un pezzo di tubo, tenuto sollevato  in modo che l'acqua non coli dentro.

Dovrebbe risuonare a 3580 Khz, ma è più bassa, ora non resta che tagiare la parte bassa del radiatore e portarla alla lunghezza giusta.

Perfetto, ora è centrata, aggiungiamo altri 4 radiali!!!

La frequenza di risonanza si alza, così andiamo in 2 per saldare uno spezzone di filo al fondo del radiatore, appena svitato il morsetto sentiamo un rumore strano, simile ad rumore di una vespa, Enrico dice: "Che cos' è questo rumore?"

A quel punto sentiamo alcuni colpi, sono gli elementi che rientrano uno nell' altro facendo abbassare il palo, che poi cade in testa ad Enrico che scappava.

Il nastro non ha retto ed ha fatto rientrare un elemento, il contraccolpo ne ha fatti rientrare altri.

Questa volta Enrico decide di fissare il palo con delel fascette ricoperte di guaina termoretraibile.

Il palo è di nuovo in piedi, questa volta con più difficoltà per via dei tiranti già agganciati e di misura

 

Poco dopo aver rimontato il palo e verificato che l'antenna risuoni alla frequenza voluta iniziamo a mangiare, di lì a poco riceviamo la gradita visita di Marco IW1GHG, che ci fa alcune foto mentre cuciniamo e mangiamo.

Facciamo una foto tutti e 3 insieme e poi cominciamo a ricevere qualcosa, la stazione è composta così:

TS-590 collegato al pc portatile, alc quale sono collegati uno schermo, una tastiera ed un mouse fissati sul volante, per usarlo più comodamente.

in VHF si riceve con un FT-817 ed una antenna 5/8 λ montata su una base magnetica sul tetto dell' auto.

Il sole riflette sullo schermo, così metto un' asciugamano sulla porta, intanto Marco guarda il cluster e dice ad Enrico su quale frequenza andare, io faccio un po' di ascolto in vhf.

Si fa sera e i segnali iniziando ad arrivare, accordandola riusciamo a fare alcuni qso in 30 metri, aspettando che si aprano gli 80 metri.

  Continua....

Commenti

Enrico   9/4/2015

Bella esperienza come sempre !!!!

la prossima volta ne proviamo una per i 160 mt !!!

Lascia un commento

Nome
Commenti
Captcha
2 meno 7 uguale